sabato 28 gennaio 2017

...1° Rallye Grand Tour De France...

Monaco, comunicato stampa del 24 gennaio 2017

Anche quest'anno i motori sono tornati a rombare in terra alsaziana, come ormai da tre anni a questa parte, per aprire un nuovo campionato europeo
organizzato dagli italiani di "Rsr Gaming".

Date le regole predisposte il Team Vacci Lisciu ha dovuto suddividere i propri tesserati in tre gruppi:
Il gruppo A formato da Mattia Cannarella su Ford Fiesta RRC,da Luca Dal Farra su Peugeot 306 Maxi Kit, da Giovanni Galati su Mitsubishi Lancer EVO IX N4, da Ettore Truglio su Citroen Saxo VTS A6 e Samuele Cannarella su Peugeot 106 Rallye N2.

Il gruppo B invece è stato composto da Leonardo Di Bari su Renault Megane Maxi Kit, da Stefano Morrone su Opel Corsa S1600, da Giuseppe Crimi su Citroen C2 VTS R2 MAX da Sebastiano Errante su Citroen Saxo VTS A6  e da Daniele Giuffrida su Citroen Saxo VTS N2.

Il gruppo C è composto infine da Francesco Cappadona su Citroen DS3 R5, da Bartolo Truglio su Ford Fiesta R2 e da Leonardo Bartolini su Suzuki Swift N2 contando dunque ben 13 partecipanti dimostrando quanto la scuderia mostri interesse ai rally.

Dieci però solamente al via; Leonardo Bartolini non ha trovato accordo sul proprio contratto con la Suzuki, Bartolo Truglio ha avuto problemi con il rinnovo della licenza internazionale, mentre Daniele è stato fermato da un lutto in famiglia e il team si unisce al suo dolore cogliendo l'occasione di porgergli le più
sentite condoglianze.





Al 1 Rallye Grand Tour De France che ha preso il posto del Rally De France - Mont Blansace, sono accorsi per 55 equipaggi al via, i quali hanno dovuto affrontare le solite cinque prove speciali previste dal regolamento; tratti cronometrati ormai risaputi quali la Col Du Firstplane, St. Laurent, Joux Plane e la Puget, presa in carico dato il successo riscontrato nel 1 Garcia Rallyday nel lontano 2015. La vittoria è andata al veterano Gabiele Iellem su Subaru Impreza WRC S12, alle sue spalle
Luca Bortot con vettura gemella mentre a conquistare il gradino più basso del podio è stato lo sloveno Luka Grm con una Hyunday i20 NG WRC.

Il team Vacci Lisciu non è certo rimasto a guardare conquistando la vittoria della classe S1600 con Stefano Morrone, della classe A6 e gruppo RC4 con Ettore Truglio e della classe N2 e, di conseguenza del gruppo RC5, con il giovane Samuele Cannarella.





Altri risultati importanti sono stati i piazzamenti di Giovanni Galati, secondo di classe N4, terzo di gruppo RC3 e dodicesimo assouluto, di Mattia Cannarella, secondo di classe RRC, quarto di gruppo RC2 e tredicesimo assoluto e di Leonardo Di Bari secondo nella classe K11 per meno di un decimo, ottavo di gruppo RC2 e diciassettesimo assoluto. La sfortuna è stata alle spalle di Luca Del Farra che picchia la sua 306 Maxi proprio sul finire dell'ultima speciale, il quale fino a quel momento era stato
autore di una gara regolare con dei piazzamenti valevoli. Stessa cosa per Francesco Cappadona, navigato dal fido fratello Gabriele, il quale va a cappottare la propria vettura nella discesa senza fiato della St. Laurent e come se non bastasse, nel corso della terza ps, accusa problemi di elettronica i quali lo rallentano veementemente. Gara no anche per Sebastiano Errante, il quale, una volta raggiunto il parco chiuso, dichiara di non aver trovato mai un feeling soddisfacente con la sua Citroen Saxo andando ad incappare anche in diversi dritti volti a danneggiare la propria vettura. Giuseppe Crimi, all'esordio nei rally, è stato frenato dai problemi alla sua Citroen C2 derivati da un fuorigiri; a fine gara dichiara di volersi rifare già dalla prossima tappa europea che avrà luogo in Ungheria.

Certi che sia stata una bella festa dato che tutto è andato per il meglio sotto il profilo organizzativo, con una competizione sempre più avvincente e affascinante, ci diamo appuntamento al prossimo mese per la terza edizione del Magyar Factor Rally - Rally di Ungheria.

                                                                                                                          La Redazione

...Campionato Europeo Rally Virtuali 2017...

Pochi minuti ancora....





Grazie allo staff RSR Gaming e ad ai ragazzi del M.M.R.T stasera si riparte con il Campionato Europeo Rally Virtuali 2017.

La tenacia dell'amico Luca Dalla Riva dopo qualche problema nella stagione 2016 ci regalerà una nuova edizione con molte novità e stracolma di piloti da ogni dove.

Oltre 70 piloti iscritti la dicono tutta sulla serietà e l'organizzazione.

Il Team Vacci Lisciu non esita e grazie al notevole budget messo a disposizione dal presidente Francesco Gervasi piazza ai nastri di partenza ben 13 equipaggi suddivisi in tre sotto team.

Nel team A troviamo Samuele Cannarella su peugeot 106 N2, Luca Dal Farra su Peugeot 306 maxi K11, Ettore Truglio su Citroen Saxo vts A6, Giovanni Galati su Lancer Evo IX N4 e Mattia Cannarella su Fiesta RRC.

Team B Bartolo Truglio su Fiesta R2, Seby Errante su Citroen Saxo Vts A6, Stefano Morrone su Opel Corsa s1600, Leonardo Di Bari su Megane Maxi K11 e Daniele Giuffrida su Citroen Saxo Vts N2.

Presente nel team C Giuseppe Crimi su Citroen C2 Max R2, Leonardo Bartolini su Suzuki Swift sport N2 e Francesco Cappadona su Citroen DS3 R5.

Pronti a dare il loro meglio il team augura buon campionato a tutti.

sabato 30 luglio 2016

...PIKES PEAK CEMFactor...






Ed eccoci da ritorno con la mia piccola scirocco dalla pikes peak.

Tracciato favoloso ma molto impegnativo.

Ringrazio tutti i componenti del CEMFactor e per stasera Maurizio 'Stivi' Tiveron e Francesco Fodale per la direzione e il compagno d avvemtura stasera Andrea Biagini.

Due salite di prove per testare al meglio la strategia che risulta efficace a metà in gara.

In gara 1 due piccoli errori ma portiamo su la vw scirocco h3 sh 1,6 in 10.49.xx.

Gara 2 decido sin dal primo km di spremere per bene il potenziale della mia auto dopo aver passato il 2° intermedio mi trovo con quasi 3 secondi di vantaggio sul mio tempo precedente, ma la beffa è dietro l'angolo e all'ultimo km l'auto va in fiamme.

Gran peccato, però mi sono davvero divertito.

Complimenti a Luca Dalla Riva per la vittoria assoluta historich.

Appuntamento alla prossima settimana con la gara Moderna

CICCIOGSI



venerdì 8 luglio 2016

...1ª Cazin Grand Prix / Krajiška zmija HillClimb (European)...





16.05.2016 - 22.05.2016

Si chiude così anche la 4° tappa europea. 16 i piloti al via, da segnalare 1 solo ritiro.

4 i piloti del Team al via, da segnalare l'assenza del fasanese Leonardo Di Bari.

Natoli sale a bordo di una scorbutica  Dallara T05 E2 3.0 e prova l'attacco al primo gradino del podio, ma trova un eccellente Marchese su LOLA e si aggiudica così il 2° posto assoluto, 2° di gruppo e 2° di classe.

Per circa 2 secondi esce dalla top five il driver Dal Farra che a bordo della sua Dallara F309 porta a casa la vittoria di classe E2 2.0, il 3° di gruppo E2 e 6° assoluto.

Con l'assenza di Tiveron è ancora lotta fra i due piloti del Team in classe A2.0. La spunta Morrone a bordo della fida 207 S2.0 che si aggiudica il 1° posto di classe il 2° di gruppo e il 13° assoluto.

Dopo prove di alto rilievo, Errante trova problemi sull'elettronica della sua  Abarth Grande Punto S2000 ma riesce a denti stretti a portare a casa la gara aggiudicandosi il 2° posto di classe, il 3° di classe e 15° assoluto.

Nel trofeo monomarca troviamo ancora Morrone e Dal Farra.

Luca sfortunato rompe il cambio in partenza e si vede costretto al ritiro. Morrone riesce a salire senza rischi e si ritrova inaspettatamente a podio. Miglior risultato per lui fin ora e chiude al 3° posto con la sua ADAM.

Appuntamento a Dobšinský kopec per la 5 tappa di questo strepitoso campionato

CICCIOGSI

mercoledì 25 maggio 2016

... 1ª Cazin Grand Prix HillClimb ...






Siamo giunti alla 4°tappa di questo avvincente campionato targato CEM.

In scena dal 09.05.2016 - 15.05.2016 la 4° tappa historich: 1ª Cazin Grand Prix / Krajiška zmija HillClimb che vede al via 17 concorrenti.

Ai 4 soliti piloti del team si aggiunge il giovane Errante.

Doveroso partire dalle zone alte...altissime dove troviamo il nostro top player Tino Natoli che alla seconda uscita con la Ferrari 312 PB di classe SP 3.0 butta la zampata vincete e porta a casa la vittoria assoluta.

Festeggiamenti ancora in corso in Sicilia per lui.

Per cui porta a casa bottino pieno di classe di gruppo.

Continua a far parlare di se anche il giovane Dal Farra che vince in solitaria sulla Lola T598H4 SP 2.0, per lui 1° di classe, 1°di gruppo ,2° di raggruppamento 4 e 4°assoluto.

Un po in affanno ma con continuo apprendistato il neo diciottonne fasanese Di Bari a bordo della sua  Lancia Delta HFT >2.5 chiude 3° di classe, 3°di gruppo, 4°di raggruppamento e 7° assoluto.

Morrone per questa gara abbandona la Kadett e scende di classe a bordo della vecchia Volkswagen Scirocco Oettinger H3 SH 1.6  usata lo scorso anno. Classe agguerrita dove infatti si conta in maggior  numero di concorrenti. Ben 4. Due salite non al massimo delle aspettative ma che gli regalano ugualmente una bella vittoria. Chiude 1° di classe, 1° di gruppo, 6°di raggrupamento e  11° assoluto.

Nella stessa classe troviamo la new entry Errante a bordo  della Fiat X-1/9 Dallara H3 SH 1.6. Auto molto performante ma allo stesso tempo scorbutica. In gara qualche noia meccanica gli evita l'attacco al podio. Soddisfatto ugualmente della prima uscita stagionale chiude 4° di classe, 4° di gruppo, 9° di raggruppamento e 16°assoluto.

Grande prestazione del Team Vacci Lisciu che per la prima volta in campionato porta a casa anche la coppa scuderia totalizzando ben 173 punti.

Nel campionato Monomarca troviamo sempre i due portacolori del team.

Ancora una prestazione di altissimi livelli per Dal Farra che ritorna sul terzo gradino del podio mentre Morrone, pur disputando una discreta salita, deve accontentarsi dell'8°posto.

Appuntamento prossimo con la 4° tappa Europea.

CICCIOGSI

sabato 21 maggio 2016

...2ª RECHBERG-RENNEN...






Chiudiamo il capitolo 2ª Rechberg-Rennen  con la sezione moderna svolta dal 25.04.2016 al 01.05.2016.

19 i partenti al via con 17 classificati.

Luca continua l'esperienza nel team a bordo di una potente Dallara F30 E2 2.0. Gara iniziata con il piede giusto ma poi problemi al nuovo cambio montato giorni prima gli negano l'attacco nel prosieguo della gara. 2° posto di classe per lui, 3° di gruppo e 7° assoluto.

Tino abbandona l'osella in garage e prende in affitto una Ford Fiesta WRC di classe oltre 2.0.

Come sempre riesce a tirare fuori tutto dalla vettura ma nulla può contro la mitsubishi di Nolli.

Si Classifica cosi 2° di classe, 2° di gruppo e 11° assoluto.

Leo Di Bari continua l'apprendistato in E1 2.0. Due ottime salite e una gara un po sotto tono del Boss Evergreen danno vita facile a Leo che porta a casa un 1° di classe, un 3° di gruppo e 13° assoluto.

Stefano continua l'avventura moderna sulla 207 di classe 2.0. Ancora in sfida con Stivi che abbandona la clio per una fiammante Fabia. 3 salite sotto il muro dei 2.40 fanno aggiudicare la vittoria di classe a Morrone, il 3° di gruppo A e il 14° assoluto.

Nella categoria Mono, Dal Farra si aggiudica un meritatissimo 3° posto mentre Morrone riesce a fare un'ottima salita concludendo 6° assoluto.

Prossimo appuntamento 1ª Cazin Grand Prix / Krajiška zmija HillClimb (Historic) 09.05.2016 - 15.05.2016.

Apresto CICCIOGSI

martedì 3 maggio 2016

..."I Feel Slovenia" 2° ed. ...






Ottima partecipazione e prestazione del Team Vacci Lisciu in Slovenia!

Domenica 17 aprile 2016 ha avuto luogo la seconda edizione del rally denominato "I Feel Slovenia", lungo le tortuose e sconnesse strade slovene.

Il programma prevedeva in origine cinque prove speciali, ma a causa di problemi burocratici riguardanti le autorizzazioni, la prova spettacolo "PRKLogatec", la quale

faceva da passerella e arrivo del rally, è stata annullata per poi essere sostiuita in extremis da un altro passaggio sulla lunga ed impegnativa "Sorica" di ben quinidici chilometri e mezzo. Oltre Sorica è risultata molto impegnativa la prova di "Zelezniki", nella quale i piloti hanno dovuto affrontare un manto stradale completamente deformato, salite e discese ripide e in certi punti anche il estringimento della carreggiata; non a caso, purtroppo, è stata protagonista di diversi ritiri.

Velocissima la prova di "VelikeZablje", nella quale la maggior parte delle vetture in gara han preso letteralmente il volo nella parte in discesa presente nella seconda metà del percorso rabbrividendo il pubblico presente.

Gli equipaggi della  "Scuderia Team Vacci Lisciu" possono ritenersi soddisfatti dei loro risultati nonostante una scarsa affluenza al rally delle altre scuderie, infatti si sono registrati solo quinidici partenti, tra cui sei del Vacci Lisciu.

Il primo di essi a prendere il via è stato Giovanni Galati alla sua prima esperienza con una Peugeot 207 Super 2000, il quale ha subito trovato il passo giusto concludendo la sua gara sul terzo grandino del podio ottenendo il primato di classe S2000 e di gruppo RC2.

Quinto Francesco Cappadona, anche lui alle prime armi per una vettura a lui nuova, che con una Mitsubishi Lancer EVO X N4, dietro a Samuel Martorana su Skoda Fabia R5 per poco più di un secondo arriva anche la vittoria di classe N4 e di gruppo RC3.

Ottavo invece Samuele Cannarella a bordo della sua Ford Fiesta R2, la più piccola vettura tra le partenti, che conclude il suo rally con un ottimo piazzamento dietro a Enzo Gazzola su BMW 318 is E36 per soli nove decimi, vincendo la classe R2 ed il gruppo RC4.

Dietro di lui Bartolo Truglio con la sua Mini Contryman RRC, tagliando in totale tranquillità il traguardo in nona posizione assoluta, primo di classe RRC e terzo di gruppo RC2, realizzando così la sua migliore prestazione di sempre come pilota.

A concludere la top ten è stato Ettore Truglio, sfortunato sulla prova di "Zelezniki" nella quale è stato costretto a rallentare dopo la piegature di alcune valvole, salutando così le speranze di vittoria della classe A7, dovendosi accontentare solamente del secondo posto di classe e del terzo di gruppo RC3.

Gara da dimenticare per Mattia Cannarella, il quale non ha trovato il feeling giusto con la Citroen DS3 R3T, giungendo al traguardo dopo una serie di errori solamente tredicesimo assoluto, primo di classe R3 e quinto di gruppo RC3.

Un ringraziamento va al presidente Francesco Gervasi che ha pagato le spese di trasferta ai concorrenti del proprio Team.

LA REDAZIONE